Casa dell’Accoglienza è un progetto di abitare sociale che incrocia le necessità abitative con una tensione alla socialità quotidianamente vissuta. Pone al centro la persona e il territorio in cui è inserita e ne riconosce, accanto alle fragilità, le risorse e le competenze che possono essere messe in gioco.

Si compone di uno spazio comune – un grande salone di 140 mq, accessibile a tutti, ideale per feste, riunioni, conferenze, corsi, laboratori e proiezioni di film – e di 6 appartamenti ristrutturati e arredati di varie metrature: 3 monolocali e 3 bilocali mansardati, con possibilità di condivisione.

Il modello attivato prevede, infatti, la realizzazione forme di accoglienza flessibile e temporanea (di breve e media durata), dove abitare significa anche partecipare attivamente alla vita della casa, secondo le proprie capacità.

Casa dell’Accoglienza vuole essere una risposta temporanea al bisogno abitativo di persone e famiglie che hanno difficoltà di accesso al mercato libero e che si trovano in una situazione di disagio economico e sociale.

Attività e servizi con e per gli inquilini e la comunità territoriale

All’interno dello spazio comune vengono realizzati servizi integrativi all’abitare e progetti a valenza comunitaria, che pongono al centro dell’attenzione le persone e le