HOUSING E RESIDENZIALITÀ
SERVIZI SEMIRESIDENZIALI
DOMICILIARITÀ
FAMIGLIA E MINORI
EDUCAZIONE E COESIONE
WELFARE AZIENDALE E INTEGRAZIONE SOCIO SANITARIA

Centro clinico

Un'unità clinica per la ricerca, la cura e la documentazione
Il CTiF, Centro per la cura del Trauma nell’infanzia e nella Famiglia, dispone di un Centro Clinico specializzato nei diversi tipi di trauma che possono aggredire sia adulti che bambini.

Si tratta dunque di traumi che riguardano eventi legati alla incompetenza genitoriale,  a lutti traumatici per la morte di uno o entrambi i genitori sia per malattia che per atti di violenza, traumi legati ad esperienze di guerra, abbandoni  gravi, maltrattamenti ed incesti o esperienze dolorose di violenza assistita.

Il Centro lavora in stretta sinergia con i Tribunali, nelle loro diverse competenze, e con gli Enti affidatari.

Il Centro propone anche interventi terapeutici a sostegno e recupero della genitorialità, di sostegno e recupero della relazione genitore-figli e della relazione fraterna; offre anche ai genitori la possibilità di incontrare in modo protetto e supportivo i propri figli. Si tratta di un approccio culturale all'intervento che si orienta al recupero ed allo sviluppo delle risorse, delle persone e tiene in grande considerazione il contesto sociale e le multiple occasioni  che da esso possono nascere.

Cosa facciamo
S’indicano di seguito i format principali d’intervento:
  • Psicoterapie individuali con bambini
  • Incontri individuali clinico-terapeutici per bambini vittime di franca e “certificata” alienazione genitoriale, con periodici incontri con l’uno o l’altro dei genitori o entrambi
  • Incontri individuali clinico-terapeutici per bambini vittime di maltrattamenti o di impropri comportamenti sessuali
  • Incontri individuali clinico-terapeutici per bambini colpiti da lutto traumatico
  • Incontri individuali clinico-terapeutici con bambini vittime di contesti familiari pregiudizievoli per conflittualità, abbandoni o altro
  • Incontri clinico-terapeutici con bambini in piccolo gruppo. Normalmente, i bambini vengono accomunati da tematiche di sofferenza traumatica simili: conflitti coniugali acuti e cronici, condizioni di vittimizzazione dei bambini per aver assistito a violenze familiari, opportunità di spiegazione e aiuto a fronte di transiti separativi molto complessi che possono comportare significative difficoltà nel passaggio da un genitore all’altro.
  • Incontri clinico-terapeutici con adolescenti in piccolo gruppo accomunati da tematiche di sofferenza traumatica simili
  • Interventi di sostegno alla genitorialità, individuali o di coppia. Gli interventi sono focalmente orientati secondo le diverse tipologie dei genitori: genitori in forte conflitto, genitori insufficientemente differenziati rispetto ai figli, genitori tossicodipendenti, genitori con problematiche psichiatriche, genitori carcerati e altre forme di difficoltà nella competenza e nella gestione dei figli.
  • Psicoterapia familiare ad orientamento psicodinamico e relazionale.
  • Incontri terapeutici-clinici madre-bambino o padre-bambino.
  • Interventi di desensibilizzazione-riparazione dei ricordi legati ad eventi traumatici, sia per adulti che per bambini, con il metodo EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing). Tale intervento può essere sinergico ad altri momenti terapeutici.
  • In via di organizzazione, un gruppo clinico-terapeutico di psicodramma per bambini.
LE AZIONI CLINICHE SVOLTE NEL CENTRO SONO ORIENTATE:
  • al sostegno delle capacità genitoriali: osservazione e rinforzo delle capacità di accudimento, comunicazione, lettura dei comportamenti dei figli, differenziazione dei bisogni per ciascun figlio e per fascia di età, sperimentazione di una relazione facilitata con le agenzie educative formali e informali
  • all’integrazione degli interventi attuati da altri Enti in un’ottica di lavoro di rete: osservazione del minore e del nucleo familiare di riferimento e sviluppo di un pensiero progettuale conseguente, condivisione e aggiornamento in rete delle informazioni raccolte e attuazione di interventi funzionali al raggiungimento degli obiettivi stabiliti, pianificazione di una struttura di intervento con incarichi, funzioni e tempi chiari, monitoraggio e verifica degli obiettivi e restituzione puntuale e tempestiva all’Ente e al Tribunale per i Minorenni/ Ordinario di quanto svolto (ove necessario) all’integrazione dei servizi di accoglienza, rivolte anche ad esterni: psicodiagnosi dei bambini e delle loro famiglie, terapie focali e multimodali ai bambini e alle famiglie, spazio neutro per l’osservazione, stimolazione e supporto, degli incontri tra genitori e figli e la diagnosi della relazione parentale, sostegno ai minori in prossimità di eventi testimoniali e per la preparazione a visite del medico legale richieste dal magistrato, vacanze terapeutiche.

L'equipe del CTiF
Luisa Della Rosa: Direttore clinico scientifico
Luca Angelino: psicoterapeuta di formazione psicoanalitica
Chiara Bassani: psicoterapeuta del ciclo di vita – bambino adolescente e famiglia
Michela Biscotti: psicologa di formazione psicoanalitica dell’età evolutiva
Patrizia Dondio: psicoterapeuta di formazione sistemico - familiare
Francesca Locati: psicoterapeuta di formazione psicoanalitica specialista in psicodiagnosi
Silvia Lo Forti : psicoterapeuta di formazione psicoanalitica
Susanna Lupo : psicoterapeuta di formazione junghiana
Chiara Massimini: psicoterapeuta della Gestalt
Alessandra Panceri: psicoterapeuta di formazione psicoanalitica dell’età evolutiva
Silvia Pittini: psicoterapeuta di formazione sistemico - familiare
Silvia Valadè : psicoterapeuta di formazione psicoanalitica specialista nel lavoro con gli adolescenti

Maggiori informazioni e contatti
Direttore clinico e scientifico
Dott.ssa Luisa della Rosa

Segreteria generale
Barbara Cudicio
tel. 02.3272485 - 0239257255
fax. 02.89765813
ctif@spazioapertoservizi.org

Privacy Policy
credits